iPhoneOS diventa iOS

Con una mossa a sorpresa (ma non troppo), Apple trasforma il suo iPhone OS in iOS per meglio adattarsi all’utilizzo che viene fatto di questo sistema operativo non più usato esclusivamente dagli iPhone ma anche dai tablet iPad e forse dalla prossima generazione di Apple TV se verrà data ragione alle voci che circolano ultimamente.

Cosa cambia con il nome? Uhm, un po’ tutto visto che iOS 4  introduce tante novità sotto il profilo delle API usate dagli sviluppatori ed un codice sempre più raffinato; inoltre gli aggiornamenti escludono i primi iPhone ed iPod che già ora faticano a sopportare il carico del 3.x quando si tratta di transizioni e giochi.

Lasciando da parte le finezze tecniche che la maggior parte di noi non può capire appieno ecco cosa Jobs ha presentato al grande pubblico:

Multitasking
Il tanto agognato multitasking “finalmente” su iPhone (e presto su iPad).
Su questa che è la feature forsepiù attesa dal pubblico sono estremamente scettico: vista l’attuale velocità dei device Apple e la generale qualità delle applicazioni che a causa delle politiche di approvazione sono altamente ottimizzate per i dispositivi della mela e si avviano molto rapidamente, a mio avviso non era necessario inserire il multitasking su iPhone mettendo a repentaglio la durata della batteria e la memoria. Ad onor del vero va detto che Apple è stata molto attenta nell’inserimento di questa caratteristica e quindi sarà il sistema a decidere in maniera intelligente quali applicazioni beneficeranno del multitasking e quali no.

Cartelle
Una caratteristica molto importante che verrà guadagnata è una gestione migliore delle applicazioni.
Sembra passato un secolo da quando iPhone aveva una sola home screen (anziché le 9 attuali) ed Apple pensava che la risposta fossero le WebApp; tutto questo prima di aprire l’App Store e mettere a disposizione degli sviluppatori la piattaforma più vitale e redditizia vista da anni.
Con iOS 4 arrivano quindi sui nostri iPhone le Cartelle che permettono di raggruppare le applicazioni installate sul telefono in modo intuitivo: basta una pressione e, trascinando un’app su un’altra formeremo un raggruppamento definito Cartella che il sistema nominerà a seconda del contenuto (ma lasciandoci comunque liberi di nominare a piacimento).

Mail migliorato
Finalmente una inbox globale per tutti gli account di posta, le conversazioni e la possibilità di inserire più di un account Exchange; sembra poco ma sono grandi passi in avanti, soprattutto sommandoli al nuovo controllo ortografico.

Ovviamente le novità non finiscono qui e molte sono legate all’hardware del nuovo iPhone 4: c’è la videochiamata FaceTime (quando il marketing ha scelto il nome doveva esserci un’ubriacatura di massa), Volti e Luoghi nell’applicazione delle fotografie, video in HD 720p ed iMovie per iPhone

Insomma, penso che questo aggiornamento faccia dei telefoni e del tablet di Apple dei prodotti da comprare e, se prima ero scettico su iPhone (pur ammirando la tecnologia del prodotto), ora non nego di farci un pensierino…

Le cartelle in iOS 4

Inbox unificato per Mail in iOS4

Sul post e sull'autore

Questo post è scritto da Claudio in News, Recensioni, Tecnologie e parla di , ,

Nessun commento su iPhoneOS diventa iOS
Inizia la discussione!

Rispondi