La posizione di Utility Disco su Mac

Utility Disco: Formattare o Inizializzare un disco su Macintosh

Una delle prime cose che mi sono chiesto passando a Mac OSX è stata: come formatto il mio disco?!

Con una buona approssimazione quella che su Windows chiamiamo formattazione su Mac si definisce Inizializzazione e la si esegue in maniera molto semplice: in Finder apriamo la cartella Applicazioni (shortcut: cmd + shift + a in simboli ⌘ + ⇧ + a) e da lì andiamo alla cartella Utility (sempre da Finder possiamo usare la shortcut: cmd + shift + u – in simboli ⌘ + ⇧ + u – per arrivare direttamente alla cartella).

La posizione di Utility Disco su Mac

In Utility andiamo all’applicazione Utility Disco e scopriamo che ha molte funzioni come l’attivazione e disattivazione delle periferiche di archiviazione (non solo hard disc ma anche CD e DVD) o la verifica e riparazione dei permessi disco.

Nella colonna di sinistra vedremo un elenco con i nomi delle nostre periferiche di archiviazione suddivisi in: nome della periferica e nome della partizione, in quanto su ogni periferica può essere presente più di una partizione.

Posizione di Periferica e Partizione

Il contenuto della finestra varia leggermente che si selezioni la periferica o la partizione, comunque la regola è che selezionando la partizione si agisce sulla singola partizione selezionata, mentre scegliendo la periferica le scelte si ripercuotono sulla totalità delle partizioni.

A noi interessano le tab Inizializza e Partiziona (non entrerò nel dettaglio di tutte le opzioni disponibili).

Su Inizializza possiamo scegliere il tipo di File System da utilizzare ed il livello di sicurezza nella sovrascrittura dei dati. Per creare un disco pienamente compatibile con Mac e Time Machine bisogna utilizzare il formato Mac OS esteso Journaled, mentre per creare un disco compatibile con Mac e Windows dobbiamo dare il formato MS-DOS FAT. Io di solito uso il formato FAT per i dischi che uso in mobilità ed il formato Journaled per i dischi che uso a casa.

Scheda relativa all'inizializzazione disco

Se non per cancellare dati sensibili possiamo lasciare inalterate le opzioni di sicurezza in quanto la procedura distrugge lo schema esistente del File System e rende illeggibili i dati pre-esistenti e quindi sovrascrivibili con dati nuovi ma anche recuperabili, tramite appositi software, in quanto ancora presenti.

 

Una volta confermata l’inizializzazione in pochi secondi avremo un disco come nuovo pronto per essere utilizzato.

Partizionare il disco ci consente di avere più partizioni su una singola periferica che possono lavorare indipendentemente l’una dall’altra. Andando su Partiziona ci viene presentato lo schema delle partizioni e ci viene chiesto di decidere in quante unità vogliamo partizionare il nostro disco e la quota di spazio da assegnare ad ogni partizione.

La schermata della partizione disco

La parte in azzurro è la quota di disco occupata dai dati.

 

Una volta scelto come ripartire lo spazio sulla periferica il disco viene inizializzato e suddiviso.

Disclaimer: Non mi assumo nessuna responsabilità per eventuali danneggiamenti, perdita di dati, esplosioni ed affini, derivanti dalla messa in pratica di quanto indicato nel post.

27 commenti su Utility Disco: Formattare o Inizializzare un disco su Macintosh
Unisciti alla discussione!

  1. Il augusto ha scritto:

    grazie… speravo di poter fare altrimenti ma non ci sono alternative… non volevo incasinare subito il mac con così tanti dati e ritrasferirli….

    grazie mille di nuovo :)

  2. Il Francesco ha scritto:

    salve, sto inizializzando l’hard disk interno del mio imac, volevo sapere se dopo devo creare una partizione per il sistema operativo e gli altri programmi, grazie.

    • Il Claudio ha scritto:

      Credo che l’inizializzazione crei di default una partizione sul disco ma grazie a Utility Disco puoi verificare facilmente se ne esiste una.

Rispondi a questo post

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>