Mac lento all’avvio? Forse la soluzione è semplice

Tra le prime cose che ho notato passando a Mac c’è stata la velocità di avvio e spegnimento del sistema: una cosa che per chi proviene da Windows è pura fantascienza.

Un giorno però il mio Mac ha iniziato ad impiegare molto tempo per avviarsi e per spegnersi e la cosa si protraeva, ripresentandosi ad ogni avvio/spegnimento successivi.

Verificato che la RAM fosse collocata correttamente e che la temperatura interna (uso iStat pro, un tool semplice e funzionale) non fosse anomala mi ero tranquillizzato escludendo un palese danno alla parte hardware ma il problema rimaneva quindi ho iniziato ad esplorare il sistema finendo nella cartella Utility ed arrivando all’applicazione Utility Disco (una vera manna) che permette, oltre a gestire le inizializzazioni, di lanciare varie routine di diagnostica/riparazione sui dischi collegati al Mac. Non sapendo che pesci prendere, dalla tab S.O.S. ho provato a verificare i permessi del disco rigido e successivamente a ripararlo (per rendere attivo e cliccabile Ripara disco si deve avviare il system da DVD o da una installazione di Mac OSX su disco rigido esterno); finiti tutti i processi ero felice perché Utility Disco aveva trovato una tonnellata di elementi bisognosi di attenzioni e li aveva corretti quasi tutti. Fiducioso riavviavo quindi il sistema operativo ma… tutto era come prima, avvio e chiusura lentissimi!

Ripreso così il tour del sistema operativo sono finalmente approdato alle Preferenze di Sistema e lì ho trovato la voce Disco di Avvio nella sezione Sistema.

Il pannello delle Preferenze di SistemaUna volta entrati in Disco di Avvio ci vengono mostrati tutti i dischi su cui è presente un sistema operativo e da cui sia possibile un riavvio.

Quando io sono arrivato a questa schermata, nessun disco era selezionato.

Schermata con disco di avvio deselezionatoIn realtà in questo spazio noi dovremmo trovare la seguente situazione, con il disco principale selezionato.

Disco di avvio con sistema operativo selezionatoBasta solo un click per risolvere la situazione e dare la giusta indicazione al Mac che dal prossimo avvio saprà da subito quale sistema avviare, senza perdere tempo nel cercarne altri.

Disco di avvio con DVD di installazionePer esperienza quella illustrata è la soluzione ai problemi di avvio/spegnimento lento per la maggior parte di utenti; da provare prima di sbattere la testa in giro pensando al peggio.

Disclaimer: Non mi assumo nessuna responsabilità per eventuali danneggiamenti, perdita di dati, esplosioni ed affini, derivanti dalla messa in pratica di quanto indicato nel post.

Pubblicato in Tecnologie, Tutorial | Contrassegnato , , , , | 22 commenti

Modernizr, scopriamo il supporto dei browser

Modernizr è una libreria javascript che riesce a determinare quali tecnologie di nuova generazione supporti il browser utilizzato.

Pagina introduttiva di Modernizr

Lo scopo degli sviluppatori è di fornire un controllo maggiore in fase di sviluppo rendendo prevedibile il comportamento dei browser e permettendoci di capire quali features utilizzare e quali alternative creare quando manca il supporto.

Una delle applicazioni più interessanti di questa libreria è findmebyIP.
Sul sito ci vengono svelate molte cose, dal browser/versione usato, al sistema operativo, alle specifiche HTML5 e CSS3 supportate.

Il logo di findmebyIP

L’aspetto migliore è che registrandoci creiamo un profilo grazie al quale possiamo invitare i nostri clienti a visitare uno specifico link utile a memorizzare le caratteristiche del loro browser.

Facciamo un esempio di utilizzo pratico:
Un visitatore ci contatta dicendo che non riesce a fruire del sito per colpa di un problema di visualizzazione. Ecco che fornendogli un semplice link possiamo raccogliere le caratteristiche del suo browser e capire velocemente qual’è il suo problema per risolverlo.

Che ne dite? Date un’occhiata anche voi e ditemi se lo trovate interesante!

Pubblicato in Link esterni, Riflessioni, Tecnologie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Sviluppare un’estensione di Safari da zero: tutorial da Nettuts+

Nettuts+ come sempre ci da degli ottimi tutorial ed oggi è stato reso disponibile qualcosa che aspettavo da tempo: un tutorial per imparare a sviluppare estensioni per Safari!

Pubblicato in Link esterni, Sviluppo, Tutorial | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Si parte con lo sviluppo!

Mi sono fatto coraggio ed ho sottoscritto il programma di sviluppo per estensioni di Safari! :D

Ho già in mente un paio di idee ma mi occorrono tempo per prepararmi e pazienza per adattarmi alla piattaforma; questo rientra in un percorso più ampio che vorrei mi portasse a sviluppare sulla piattaforma iOS.

Il percorso è lungo e difficile ma mi piace l’idea di approfondire la conoscenza degli strumenti di sviluppo messi a disposizione da Apple per creare il design di qualche meravigliosa applicazione!

Speriamo di riuscire!!

Pubblicato in News, Sviluppo, Tecnologie | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

iPhoneOS diventa iOS

Con una mossa a sorpresa (ma non troppo), Apple trasforma il suo iPhone OS in iOS per meglio adattarsi all’utilizzo che viene fatto di questo sistema operativo non più usato esclusivamente dagli iPhone ma anche dai tablet iPad e forse dalla prossima generazione di Apple TV se verrà data ragione alle voci che circolano ultimamente.

Cosa cambia con il nome? Uhm, un po’ tutto visto che iOS 4  introduce tante novità sotto il profilo delle API usate dagli sviluppatori ed un codice sempre più raffinato; inoltre gli aggiornamenti escludono i primi iPhone ed iPod che già ora faticano a sopportare il carico del 3.x quando si tratta di transizioni e giochi.

Lasciando da parte le finezze tecniche che la maggior parte di noi non può capire appieno ecco cosa Jobs ha presentato al grande pubblico:

Multitasking
Il tanto agognato multitasking “finalmente” su iPhone (e presto su iPad).
Su questa che è la feature forsepiù attesa dal pubblico sono estremamente scettico: vista l’attuale velocità dei device Apple e la generale qualità delle applicazioni che a causa delle politiche di approvazione sono altamente ottimizzate per i dispositivi della mela e si avviano molto rapidamente, a mio avviso non era necessario inserire il multitasking su iPhone mettendo a repentaglio la durata della batteria e la memoria. Ad onor del vero va detto che Apple è stata molto attenta nell’inserimento di questa caratteristica e quindi sarà il sistema a decidere in maniera intelligente quali applicazioni beneficeranno del multitasking e quali no.

Cartelle
Una caratteristica molto importante che verrà guadagnata è una gestione migliore delle applicazioni.
Sembra passato un secolo da quando iPhone aveva una sola home screen (anziché le 9 attuali) ed Apple pensava che la risposta fossero le WebApp; tutto questo prima di aprire l’App Store e mettere a disposizione degli sviluppatori la piattaforma più vitale e redditizia vista da anni.
Con iOS 4 arrivano quindi sui nostri iPhone le Cartelle che permettono di raggruppare le applicazioni installate sul telefono in modo intuitivo: basta una pressione e, trascinando un’app su un’altra formeremo un raggruppamento definito Cartella che il sistema nominerà a seconda del contenuto (ma lasciandoci comunque liberi di nominare a piacimento).

Mail migliorato
Finalmente una inbox globale per tutti gli account di posta, le conversazioni e la possibilità di inserire più di un account Exchange; sembra poco ma sono grandi passi in avanti, soprattutto sommandoli al nuovo controllo ortografico.

Ovviamente le novità non finiscono qui e molte sono legate all’hardware del nuovo iPhone 4: c’è la videochiamata FaceTime (quando il marketing ha scelto il nome doveva esserci un’ubriacatura di massa), Volti e Luoghi nell’applicazione delle fotografie, video in HD 720p ed iMovie per iPhone

Insomma, penso che questo aggiornamento faccia dei telefoni e del tablet di Apple dei prodotti da comprare e, se prima ero scettico su iPhone (pur ammirando la tecnologia del prodotto), ora non nego di farci un pensierino…

Le cartelle in iOS 4

Inbox unificato per Mail in iOS4

Pubblicato in News, Recensioni, Tecnologie | Contrassegnato , , | Lascia un commento